Le 5 lezioni di marketing del Prof. Harry Potter!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

In occasione della recente uscita dell’ultimo capitolo cinematografico della fortunatissima serie di Harry Potter, cerchiamo di riflettere su alcune strategie di marketing che hanno reso possibile il successo del personaggio creato dalla scrittrice J.K. Rowling.

Un successo che dura ininterrotto da 14 anni e che tradotto in cifre significa 7 libri che hanno venduto circa 450 milioni di copie e 7 film (l’ultimo uscito in questi giorni è l’ottavo) che hanno incassato circa 6 miliardi e mezzo di dollari.

Se siete stati in trepidante attesa per l’uscita di ognuno dei romanzi o emozionati durante la proiezione di uno dei suoi film, ecco alcuni insegnamenti che possiamo trarre per cercare di raggiungere i numeri delle sue vendite:

Innanzitutto avere ben chiaro in testa dove si vuole arrivare e, in conseguenza di ciò, pianificare lo sviluppo di una seria strategia di marketing. Ragionare per obiettivi, in maniera da poterli raggiungere. E soprattutto avere ben chiaro come proseguire nel percorso.
Quando i fan della saga potteriana hanno avuto l’occasione di interpellare J.K. Rowling a proposito di come sarebbero evolute le vicende del maghetto, non hanno mai ottenuto una risposta concreta ma soltanto l’affermazione che sapeva benissimo come sarebbe andata a finire. Consapevolezza di una visione a lungo termine per poter orientare un percorso e raggiungere i propri scopi.

Il secondo insegnamento riguarda l’inbound marketing. A dispetto della scarsa promozione della saga, il fenomeno Harry Potter è andato rapidamente diffondendosi tra fan che hanno creato da soli campagne virali attraverso blog, Facebook, Twitter etc.
La loro produzione di recensioni positive e di contenuti sono ciò che ha permesso di raggiungere popolarità al maghetto. Una credibilità tanto più importante in quanto proveniva dagli appassionati e non da chi cerca di fare profitti attraverso questi strumenti. In sostanza l’importante è sapere come utilizzare i social media allo scopo che il brand possa scatenare il buzz e di conseguenza ottenga riscontri positivi dai potenziali clienti.

Un altro punto da avere ben chiaro è l’utilizzo di canali diversi per poter raggiungere diverse tipologie di pubblico. Da libri e film alla creazione del parco a tema The Wizarding World of Harry Potter e del social media Pottermore (attivo da ottobre), J.K. Rowling ha utilizzato diversi mezzi per raggiungere l’eterogeneo pubblico dei potteriani.
Quando si deve ragionare sulla promozione di un brand in termini strategici è fondamentale sapere che deve essere assolutamente utilizzato un mix di strumenti. Soltanto in questo modo sarà possibile raggiungere i propri obiettivi ed avere il successo che si sta cercando.

Quarto punto: l’importanza della ricerca nelle strategie di marketing. E’ necessario investire tempo prezioso per cercare di capire ed entrare in sintonia con il proprio pubblico. Così come J.K. Rowling ha capito come fare impazzire la community potteriana creando attesa con anticipazioni ed anteprime, così i responsabili marketing devono studiare e capire quali canali e messaggi utilizzare per raggiungere il proprio pubblico. Una volta intuito in che modo muoversi gli ostacoli saranno minori e diminuiranno le possibilità d’insuccesso legate dalla fretta d’ottenere risultati in tempi brevi.

Infine la creazione di un brand riconoscibile. Harry Potter è paragonabile per celebrità a marchi come Nike o Coca Cola anche da persone che non hanno mai visto un suo film o letto un suo libro. Quando ci si trova all’inizio di una campagna è necessario identificare tutti gli aspetti del brand e capire cosa vuole comunicare, cosa simboleggia, cosa significa per il pubblico col quale vogliamo entrare in contatto. Soltanto chiarendo le idee a noi stessi in primis potremo essere certi di intraprendere un percorso che ci porterà al successo.

Articolo liberamente ispirato a http://blog.hubspot.com/blog/tabid/6307/bid/19702/5-Marketing-Lessons-from-Harry-Potter.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *