Indicizzazione, Googlebot legge Javascript

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Come fa Google ad indicizzare i miliardi di pagine del web alla velocità della luce?

Originariamente il crawler Googlebot era pensato soltanto per effettuare operazioni di lettura e parsing.

Forbes, però, ha appena annunciato qui che Google è ora in grado di “capire JavaScript”. Ciò potrebbe potenziare ulteriormente l’indexing su Google.

Grazie a Google Caffeine, Googlebot sta diventando sempre più veloce ed intelligente. Quale sarà il prossimo passo?

4 Responses to Indicizzazione, Googlebot legge Javascript

  1. Roberto Pala scrive:

    Non avevamo bisogno di Forbes per saperlo..Google, bene o male, ha iniziato già da un po’ a digerire i JS 😉

  2. simone simone scrive:

    Si è vero Roberto, ma fonti ufficiali o autorevoli che ne davano la conferma ,non c’erano.
    Anche se Cutts resta molto vago… come al solito…

  3. Si ma alla domanda “Come fa Google ad indicizzare i miliardi di pagine del web alla velocità della luce?” non avete risposto… :-(
    Ero stracurioso!

  4. simone simone scrive:

    Alessandro, non è noto come Google riesca a indicizzare tutto il materiale nel web in pochissimo tempo.
    Ti posso però dire che le infrastrutture e l’hardware a loro disposizione è qualcosa di veramente “mostruoso” :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *