Blog su notizie e strategie di marketing e comunicazione


Blog Multiautore sul Marketing

Google Panda: vuoi sapere come va? Tiriamo le prime somme

31 agosto, 2011 (17:38) | Informatica, Internet | Di: Anna

Da tempo vi parliamo di Google Panda e dei suoi effetti sul posizionamento dei siti nei motori di ricerca.

Già da qualche settimana il temuto algoritmo è presente anche in Italia (vedi post del 12 agosto) ed ecco che escono i primi dati.
L’attentissimo searchmetrics ha infatti già pubblicato sul suo blog un elenco dei siti più penalizzati e più valorizzati dall’avvento di Google Panda in Spagna e in Italia.

Tra i più penalizzati nel nostro Paese si riscontrano: liquida.it, wikio.it, ciao.it, e tuttogratis.it.

Mentre i vincitori per ora sembrano essere i siti social più cari alla comunità di internet. Tra i primi posti troviamo youtube, wikipedia, facebook, blogspot, subito seguiti da yahoo, twitter e corriere.it.

Ricordiamo che il Panda è stato elaborato per migliorare il ranking dei siti qualitativamente più meritevoli, ma Google ha messo a disposizione per i webmaster un form dedicato alle segnalazioni di penalizzazioni giudicate errate.

Perciò se pensate che il vostro sito sia ingiustamente colpito dal Panda, vi consigliamo di segnalarlo ai tecnici di Google.

Ma attenzione a rispettare il più possibile le regole esplicitamente dichiarate da Google, altrimenti difficilmente una segnalazione porterà a qualche miglioramento.

Dunque: state festeggiando l’arrivo del Panda o lo lascereste volentieri estinguere?

Scriveteci le vostre impressioni!


Ti Potrebbero Interessare Anche:

  1. Google Panda: prevenirlo è meglio che combatterlo!
  2. Google Panda e’ Attivo in Italia !
  3. Cos’è Google Panda?
  4. I panda hanno invaso l’Italia

Scrivi un commento







Desideri una consulenza?
Chiama il numero verde

L’IPPOGRIFO GROUP SRL - TRIESTE / MILANO / ROMA
Via Caboto 19/1 - 34147 TRIESTE / P.IVA 01123830323

Copyright 2012 L’Ippogrifo®  - Andrea Zucca

il mio stato skype

CHIAMACI SU SKYPE!

SEGUICI ANCHE SU:

twitter facebook linkedin google plus youtube pinterest