Google sfida i Social Network con Google Buzz

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Social media marketing grazie a google

Google Buzz è il nuovo servizio offerto da Google, che amplia il programma di posta elettronica Gmail, con  elementi di social networking che permettono di visualizzare aggiornamenti, foto, video e link pubblicati dai propri amici, simili a quelli di Facebook e Twitter. Una mossa importante da parte del colosso di internet che cerca di invertire la tendenza sottolineata dagli ultimi dati Nielsen, che stimano 300 milioni di utenti nei social networks, contro i circa 280 milioni di persone che fanno uso della posta elettronica.

Google Buzz sarà disponibile nei prossimi giorni per tutti coloro che utilizzano Gmail, che troveranno nella schermata principale la nuova etichetta Buzz, dove appariranno tutti i contenuti condivisi dai propri contatti chat e mail. Si avrà inoltre a disposizione 5 opzioni: Auto-following, Condivisione veloce,  Condivisione pubblica e privata, Integrazione Inbox e Filtro.

Quindi sarà sufficiente scegliere i contatti con cui utilizzare la nuova funzione, e subito si potrà condividere messaggi, file multimediali, contenuti e collegamenti, che a nostra scelta appariranno anche nel proprio profilo pubblico o saranno visibili soltanto dai propri contatti.

Sarà disponibile anche Buzz for Mobile, con questa applicazione sarà possibile collegarsi da un cellulare con GPS e Google individua in tempo reale la nostra posizione, in questo modo attivando la funzione Nearby che mostra i Buzz rilevanti in relazione al luogo in cui mi trovo, si potrà individuare i contatti vicini oppure le conversazioni che contengono riferimenti a servizi nei dintorni. In questo modo, Google Buzz, permette di geolocalizzare i dati in un modo pressoché rivoluzionario.

7 Responses to Google sfida i Social Network con Google Buzz

  1. Un blog di un’agenzia di Relazioni Pubbliche che mette su due post, entrambi attuali e interessanti, in una mattinata? I miei complimenti. Ho scritto un post che parla anche di Google Buzz proprio ieri . In ogni caso, vi siete meritati sul campo la presenza sul mio blogroll (prima agenzia a farlo).

  2. simone simone scrive:

    Grazie Riccardo :)
    Il problema ( per modo di dire) è che non siamo solo Un’agenzia di PR, spaziando dal marketing tradizionale al non convenzionale, dal web marketing al telemarketing, è difficile dovere affrontare con temi sempre aggiornati il marketing: e non sempre possiamo accontentare tutti voi, che richiedete temi di nicchia come la SEO o Adwords, tanto per citarne alcuni.
    :)

  3. Simone, ti dico per esperienza che postare due volte al giorno (e rispondere al mio commento) è già una bella eccezione per un blog aziendale italiano (compresi quelli delle agenzie di marketing e comunicazione). Se poi iniziate anche ad approfondire le potenzialità di Adwords, iniziereste ad esagerare. 😉

  4. simone simone scrive:

    E allora noi stiamo esagerando di brutto :)

  5. A mio avviso Buzz potrà diventare un ottimo sostituto a Twitter ed essere utilizzato in un ambito più “professionale”.

  6. simone simone scrive:

    Non lo so Luca.
    O meglio non ho avuto molto tempo, al momento, di provarlo, a me sembra simile anche a Friendfeed , potrei sbagliarmi.
    Di certo se il buongiorno si vede al mattino…:

    http://notizie.virgilio.it/notizie/scienze_e_tecnologie/2010/02_febbraio/13/google_buzz_un_pericolo_per_dissidenti,22972756.html
    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_febbraio_11/buzz-problema-privacy_22e8a614-1715-11df-a022-00144f02aabe.shtml

  7. […] seguito all’arrivo di Buzz e di Yahoo che hanno invaso il territorio Social, alcune indiscrezioni, riportate su TechCrunch, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *