Gli in e out della vendita pubblicitaria del 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Il quarto trimestre dell’anno è arrivato e tutti ormai ci stiamo preparando alla tranche finale per completare il 2012 al meglio.

Ma questo è anche il momento per le aziende di programmare la strategia d’azione per il prossimo anno.

Secondo il quotidiano on-line Imna, il miglior modo di pianificare le attività del 2013 è tenere a mente alcune efficaci strategie:

1.    Ottimizzare i tempi di vendita. In moltissime aziende succede che si organizzi una vendita diversificata su più canali. Allo stato attuale dell’economia questo sembra rilevarsi uno svantaggio più che un vantaggio; la vendita su multipiattaforme è vista ora come una perdita di tempo quindi il consiglio è quello di dedicarsi alla vendita sfruttando in termini di tempo e risorse solo il canale più profittevole.

2.    Utilizzare nuove tecnologie. Questa è la chiave per un modello di successo di vendita a tutti i livelli. Si deve crescere al di là di stampa e semplici opzioni di visualizzazione digitale. Apparecchi mobile, video e ricerca devono diventare parte delle vostre offerte di base, ed è necessario disporre di un modello di vendita che supporti questa condizione.

3.    Ampliare il portafoglio clienti. Non siate costretti alle limitazioni del vostro portafoglio clienti. Provvedete a soluzioni per vendere anche a nuovi ipotetici consumers. Il vostro prossimo cliente è là fuori!

4.    Mantenere i volumi prefissati. Il volume dei vostri affari deve essere protetto e mantenuto. Dovete avere molte opzioni a cui applicare le strategie al fine di massimizzare ancor di più il vostro giro d’affari. La maggior parte dei venditori sa che questo è ancora il miglior pilota guida per il traffico azionario.

5.    Premi per l’originalità. Non c’è posto migliore se non l’essere i primi nel settore vendite. Il successo derivato dalle strategie pubblicitarie per i vostri prodotti ruota intorno ad un unico concetto: originalità. Lavorate sulle novità e dopo esservi fatti notare vedrete che anche la maggiorazione dei profitti sicuramente arriverà.

6.    I prodotti che i consumatori vorrebbero. Focalizzatevi nel creare prodotti che i consumatori potrebbero volere e infine create spazi di vendita per supportarli. Andate oltre al mercato automobilistico, al mercato immobiliare o del lavoro, e cominciate a pensare a salute, educazione, intrattenimento, etc. Cominciate a pensare anche  a come si usano eBay, Craiglist e Pinterest per trarne vantaggio.

Il 2013 è alle porte: è forse ora di mettervi al lavoro?

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *