Festival della Comunicazione, a Camogli la seconda edizione

Festival della Comunicazione Camogli
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

In Italia di festival incentrati sulla comunicazione ce ne sono pochi, tanto che se ne contano sulle dita di una mano. Uno di questi, che quest’anno giungerà alla seconda edizione, è quello che si terrà dal prossimo 10 settembre, per tre giorni a Camogli, sulla costa ligure.

Il Festival, che nell’edizione passata contò più di ventimila presenze tra pubblico e relatori, è ideato e diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, promosso dalla Regione Liguria e dal Comune di Camogli. Quest’anno il tema principale, dal titolo “Uno sguardo a 360 gradi sull’evoluzione del linguaggio” sarà il linguaggio e le sue varie evoluzioni in un mondo sempre più connesso e 2.0.

Nell’edizione 2015 ben 120 ospiti presenzieranno alle numerose tavole rotonde, laboratori, mostre, escursioni in loco, spettacoli e conferenze organizzate. Gli interventi che verranno proposti sono divisi in 4 categorie: il linguaggio delle imprese; il linguaggio scientifico; il linguaggio della cultura digitale; il linguaggio delle arti.

Festival della Comunicazione Camogli

Si tratta di una grande discussione, con la presenza di esperti del settore e accademici su tutto ciò che riguarda il campo della comunicazione, come i vari cambiamenti nella comunicazione istituzionale ma anche in quella “creativa”: si va dal linguaggio politico ai fumetti, dalla menzogna alla letteratura. In special modo verranno accesi i riflettori sull’utilizzo dei social network come nuovo e innovativo mezzo di comunicazione, sempre più rilevanti nella comunicazione moderna.

Tra gli ospiti del Festival della Comunicazione, citiamo il noto linguista italiano, Tullio de Mauro, i blogger Anna Venere e Silvio Gulizia, lo youtuber Daniele Doesn’t Matter, il giornalista Aldo Grasso, lo scrittore e giornalista Corrado Augias, il direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia, Roberto Cingolani e infine il divulgatore scientifico Piero Angela. A chiudere il ciclo di interventi sarà Umberto Eco con la sua lectio magistralis “Tu, Lei, la memoria e l’insulto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *