Facebook sarà il futuro del commercio online?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Negli ultimi anni facebook ha destato enorme clamore, rappresentando un fenomeno di massa della società moderna.  Durante questo periodo la sua concezione è profondamente mutata; esso è  passato dall’essere un contenitore di relazioni ad uno strumento di mercato.  Si sente addirittura parlare di f-commerce (facebook commerce), ovvero l’e-commerce sul social network, che prevede la creazione di veri e propri punti vendita online.
Ma è davvero così semplice? Facebook è in grado di condizionare in maniera decisiva i consumi degli utenti?
Alcune ricerche hanno dimostrato che esiste un forte squilibrio fra gli sforzi effettuati dalle aziende per aumentare le vendite attraverso il social media, in proporzione ai risultati che queste ottengono realmente. Secondo gli studi la presenza dell’azienda sui social network occupa la decima e ultima posizione nella classifica dei dieci modi efficaci per procacciare nuovi clienti.
Anche confrontando le metriche di vendita ottenute grazie ad una campagna realizzata su facebook, rispetto ad esempio ad una campagna di mailing, appare evidente come il divario sia ancora abbastanza netto in termini di efficienza e ROI.

Il tasso di click-through nel caso del social media è dell’1% circa e quello di convertibilità del 2%; diversamente, nel caso di mailing, abbiamo valori rispettivamente dell’ 11% e del 4%.
La diffusione capillare della “moda”dei social network ha fatto sì che questi si trasformassero per le aziende in canali di comunicazione fondamentali, attraverso i quali raggiungere enormi bacini d’utenza.

Essere presenti in un social network determina notevoli vantaggi per un’azienda in termini di incremento della propria brand awarness, cioè della notorietà del brand e della capacità dei consumatori di associare il marchio al prodotto/servizio.

Certo che, alla luce risultati appena visti, non possiamo dire lo stesso nel momento in cui le aziende utilizzano questa piattaforma social come leva di marketing orientata ad agire direttamente sulle vendite.
Dato lo sterminato database di cui dispone, si ha la sensazione che, almeno per il prossimo futuro, facebook sarà visto è sfruttato ancora solo come un prezioso strumento di marketing e per ricerche mirate su specifici gruppi di persone; ma il ruolo di piattaforma guida per il commercio online rimarrà saldamente nelle mani di google, il vero e indiscusso totem dell’e-commerce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *