F-Commerce, la nuova frontiera dello shopping online?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Saldi, saldi, saldi! Luglio è anche questo e noi cerchiamo di accaparrarci quel capo d’abbigliamento che tanto sognavamo ma che non potevamo permetterci a prezzo pieno. Quale geniale idea è venuta in mente per questo tradizionale appuntamento estivo ad un’azienda leader nell’abbigliamento sportivo come Freddy? Utilizzare Facebook come piattaforma di vendita.

Sì, proprio così. Dal 1 luglio, grazie all’apporto dell’agenzia di comunicazione Freedata Labs, che gestisce le attività di social media marketing del marchio, è possibile approfittare delle straordinarie offerte stando comodamente seduti davanti al nostro Pc. Evitando così affollamenti e calura insopportabili.

E se oggi alcuni analisti ipotizzano che nei prossimi cinque anni il valore delle transazioni via Facebook sarà maggiore di quello di Amazon, sembra proprio che siano progetti innovativi quali quelli  di Freddy ad indicarci una strada per il futuro.

L’F-commerce infatti integra l’e-commerce con il potenziale virale di Facebook ed è la spia di come le aziende più innovative sappiano gestire nuove modalità di relazione con la propria clientela, confrontandosi con l’epocale cambiamento che sta rivoluzionando le strategie di marketing. In fondo si tratta di ricalcare le dinamiche sociali dello shopping nella vita reale, condividendo l’esperienza e chiedendo consigli agli amici.

“Siamo molto contenti – dichiara Valeria Severini, CEO di Freedata Labs – di essere tra le prime realtà in Europa ad aver sviluppato un’operazione di F-Commerce. Era qualche mese che stavamo studiando il fenomeno, perché dalla ricerca “Le tendenze della rete nel 2011” che abbiamo sviluppato per l’edizione di Roma della Social Media Week, emergeva in modo evidente che l’ F-Commerce è uno degli argomenti più rilevanti sul web. Con la nostra analisi abbiamo raccolto oltre 140.000 conversazioni sul tema e abbiamo capito che questa poteva essere un’innovazione di successo in Italia. Avevamo solo bisogno di un cliente che ci seguisse in questo sogno un po’ folle e con Freddy, abbiamo trovato un validissimo compagno di viaggio”.

Ma come funziona in dettaglio la strategia di vendita di Freddy?

Sulla pagina di Facebook si accede ad un’applicazione che permette di mostrare i capi di abbigliamento in saldo. Ogni potenziale cliente può esprimere il suo apprezzamento likando il prodotto e condividendolo sulla propria bacheca. Ma soprattutto potrà acquistarlo senza uscire dal social network.

L’applicazione è estremamente flessibile, con la possibilità di cambiare rapidamente i prodotti offerti  e di veicolare promozioni sempre più mirate, puntando a fidelizzare la clientela con collezioni distribuite esclusivamente via Facebook.

Tutto molto semplice insomma. Non rimane che attendere i primi risultati di vendita. Sarà un flop o veramente questo progetto contribuirà a ridefinire l’orizzonte dello shopping futuro? Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *