Etichette personalizzate anche per Nutella

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Uno degli obbiettivi fondamentali del marketing aziendale è fare sentire il cliente come l’unico e privilegiato consumatore di tutta l’azienda, invogliandolo ad acquistare il prodotto o il servizio offerto e, allo stesso tempo, ampliare questo risultato a tutto il parco clienti aziendale, in maniera da massimizzare il profitto.

Sembra un paradosso irresolubile, ma esistono diverse strategie ben collaudate. Quella che sta riscuotendo maggior successo è senza dubbio la tecnica di personalizzazione dei prodotti alimentari industriali.
Un esempio perfetto sono i prodotti Coca Cola, che si spogliano del loro logo per adottare diversi nomi propri di possibili consumatori – argomento di cui avevamo già parlato in precedenza.

Altro esempio calzante è il Magnum Pleasure Store di Milano, che permette di acquistare un gelato Magnum completamente personalizzato. Oggi invece è possibile avere i vasetti di Nutella con l’etichetta personalizzata col proprio nome.

Il procedimento è diverso dalla campagna Coca Cola, ma altrettanto efficace. Si può ottenere la propria etichetta personalizzata solo tramite la fanpage di Facebook di Nutella, in cui si inserisce il proprio nome e il proprio indirizzo di casa. Qui verranno recapitate due etichette adesive Nutella personalizzate, di dimensioni differenti così da adattarsi al barattolo da 400 gr. e a quello di 750 gr.

Inoltre la Ferrero ha lanciato un concorso in tema, mettendo in palio 100 tostapane e altrettanti pouf a marchio Nutella, destinati alle più creative fotografie dei clienti insieme al barattolo di Nutella con l’etichetta personalizzata.

Questa soluzione di marketing è stata testata prima in Spagna e successivamente in Belgio e in Francia.
Sebbene l’iniziativa della Ferrero spagnola fosse limitata al periodo di tempo compreso tra aprile e giugno, è bastato comunque poco per capire che questa tecnica di marketing paga: le 1000 etichette che erano state messe a disposizione per la prima settimana sono state esaurite entro le prime due ore dall’apertura della campagna. È probabile che presto le etichette personalizzabili arriveranno anche sui mercati italiani e svizzeri.

La campagna si sviluppa affidandosi al marketing virale, che impiega i social network come Facebook e Twitter o Youtube. Il target più sensibile a questo tipo di iniziativa sono i giovanissimi, che si riconoscono nel concetto di condivisione di oggetti comuni con persone importanti o in momenti significativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *