Esportare in India

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Valutata in oltre 200 milioni di persone, un piano di imponenti grandi opere e un governo democratico consolidato, l’India presenta un insieme di condizioni non comuni, che la rendono particolarmente competitiva e attraente rispetto agli altri Paesi emergenti.
SEAT ConVoi ne pubblica una sintetica scheda Paese Seconda solo dopo alla Cina per crescita del PIL, con un ceto medio di 200 milioni di persone con un potere di acquisto per beni di consumo di circa 100 miliardi di euro, 11.000 università dalle quali escono oltre due milioni di laureati all’anno, un imponente piano di modernizzazione delle infrastrutture del Paese, l’India sta assumendo un ruolo di rilievo anche nelle strategie commerciali delle imprese italiane.
Lo confermano i recenti accordi con grandi imprese italiane e lo evidenziano i dati Istat che, infatti, nel periodo 2000-2006, registrano come l’export del nostro Paese verso l’India sia cresciuto del 115% a fronte di una crescita dell’import dell’84%.
Ma i parametri e dati economici non sono sufficienti a spiegare i motivi per i quali l’India è un Paese particolarmente attraente per le nostre imprese.
La stabilità politica: Grazie ad un sistema democratico consolidato, l’India è, nell’ambito del bacino asiatico, lo stato con maggiori garanzie di stabilità politica, e rappresenta un “cuscino” di tenuta fra nazioni molto aggressive economicamente (Cina) e paesi politicamente difficili (Pakistan ed Afghanistan).

2 Responses to Esportare in India

  1. Andreas scrive:

    Alcuni informazioni e consigli riguardo l’India:
    – L’ India è in una fase di rapido sviluppo economico. Opportunità si aprono tutti i giorni.
    – Le aziende occidentali non possono permettersi di ignorare un mercato che è in via di sviluppo con questo tipo di ritmo.
    – L’ India ha un totale di cinquanta due miliardari – il massimo tra qualsiasi paese del mondo
    – A seconda dell’ efficienza con cui si indirizzino i bisogni indiani, le vendite della tua azienda, potrebbero aumentare fino al 30 per cento l’ anno – o potrebbero rimanere piatte.
    – Adattare la strategia della vostra azienda, gli obiettivi, la cultura, e dei processi in base al contesto locale è una necessità per avere successo nel mercato indiano.
    – Il design del prodotto e le offerte di servizi devono essere modificate per le esigenze indiane oppure non si potrebbe riuscire ad attirare un certo tipo di mercato.
    – Cercate di capire gli atteggiamenti indiani e speculateci sopra piuttosto che cambiarli
    – I consumatori indiani comprendono un gran numero di persone istruite, ben consapevoli delle loro scelte. Gli acquirenti indiani di oggi sono esigenti come quelli in Occidente.
    – 230 milioni di Indiani guardano la TV satellitare.
    – Siate disposti ad accettare che la maggior parte delle cose si muovono lentamente in India. Non bisogna scoraggiarsi. La pazienza paga
    – Le associazioni di marca occidentali, non sempre si traduce in India. Gli indiani sono abbastanza ‘ consapevoli della marca ‘ e relativamente conservatori nel cercare nuovi marchi.
    – Essendo un paese con diverse culture e regioni diverse , la distribuzione dei beni di consumo in India tende ad essere frammentata su base regionale. A seconda del vostro prodotto , potrebbe essere necessario promuoverlo nella lingua locale della regione.
    – In conclusione, per i marchi occidentali che sono disposti ad investire in gestione, tempo e sforzo, l’ India offre numerose promesse.

  2. L’ India offre tante opportunià per produttori di macchinari, aziende del settore automotive, produttori di misuratori, motori elettrici etc. cioè beni d’investimento di alta tecnologia. Anche il mercato per beni di lusso sta cresecendo ma è ancora molto limitato. Tante volte conviene produrre in India per poter usufrire del costo della mano d’opera basso e per evitare dazi e tariffe d’importazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *