Ekocenter: il progetto Coca Cola per battere la povertà

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Forse qualcosa sta cambiando, nel mondo. Abbiamo già parlato di due progetti titanici ad opera dei colossi mondiali in favore dei Paesi più arretrati, il Project Loon di Google e la Alliance For Internet Affordance (A4IA).

Anche Coca Cola si attiva, ancora una volta, per il sociale. In collaborazione con diverse altre compagnie e con lo stesso Governo degli Stati Uniti, l’azienda della bibita gassata più conosciuta al mondo ha realizzato gli Ekocenter. Si tratta di negozi dotati di pannelli fotovoltaici e di un sistema di purificazione dell’acqua denominato Slingshot.

Grazie a questi strumenti, gli Ekocenter saranno in grado di fornire gratuitamente beni di prima necessità, acqua potabile, energia pulita, vaccini e perfino una connessione wireless, cosa che lo stesso Zuckerberg ha definito “diritto umano”. I negozi saranno localizzati nei Paesi più poveri del pianeta, in particolare in Asia, America Latina e Asia, zone del mondo che da sempre soffrono della carenza dei più elementari beni di prima necessità come acqua o medicinali.

Coca Cola ha dichiarato di voler realizzare almeno 1500 Ekocenter entro la fine del 2015 non solo nelle zone già citate, ma anche nelle zone più isolate del Nord America.

Come già detto, pare che i colossi mondiali si stiano muovendo per fini filantropici. Non possiamo che essere felici degli investimenti di risorse e energie che le grandi multinazionali stanno impiegando per portare dignitose condizioni di vita nelle zone più povere del pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *