Skype passa di mano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

skype_web-marketing

Dopo mesi di litigi e cause legali, si chiude la saga Skype. Il servizio telefonico senza fili, con il quale eBay aprì un contenzioso nel 2005 dopo averlo acquistato per 2,6 miliardi di dollari, continua ad appartenere al gigante delle aste online per il 30%, mentre il restante 70 passa nelle mani di investitori esterni.

Oggi Josh Silverman, CEO di Skype, annuncia che l’accordo è stato concluso da una transazione che si esplica nei seguenti termini:

eBay continua a detenere il 30% di Skype mentre i nuovi investitori (tra cui Silver Lake, Andreessen Horowitz e Canada Pension Plan Investment Board) ne possiedono il 70%;

un 14% fa capo a Niklas Zennstrom e Janus Friis, fondatori di Skype;

il valore della società è di 2,75 miliardi di dollari, quota leggermente più elevata rispetto al prezzo d’acquisto di quattro anni fa;

Joltid Limited fa parte della schiera di azionisti. Si tratta di un’azienda di proprietà dei fondatori che è entrata a far parte dell’accordo.

Non resta che osservare quali sviluppi avrà la situazione. Di sicuro Skype si reinventa, ma come? Lo vedremo presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *