Cura la tua brand reputation con Scoop.it!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Oggi la piattaforma web più in voga nel content marketing sembra essere proprio Scoop.it, un’interfaccia che permette di creare in breve tempo un profilo aziendale per pubblicizzare i prodotti.

Scoop.it vi da la possibilità di raccogliere e condividere online materiali rilevanti per le persone interessate all’ambito nella quale la vostra azienda opera.

Ma come funziona questa applicazione?

Come primo step create il vostro profilo scegliendo username e password: questo sarà il vostro primo canale. Il profilo conterrà informazioni e notizie su una tematica precisa: se la vostra azienda produrrà lampade, il vostro profilo sarà automaticamente reso visibile ad altri utenti interessati a questo tipo di prodotti.

Il secondo e più importante step, sarà rendere il vostro canale appena nato utile al vostro target di riferimento: selezionate le fonti dalle quali provengono le notizie che pubblicate; potrete attingere da feed RSS, blog, liste di Twitter, risultati tematici di Google, etc., oppure utilizzare key words per trovare altre fonti: Scoop.it proporrà in automatico molte notizie provenienti da Twitter Search, Digg, Google, Youtube, e altri canali social. Ogni nuovo contenuto da voi scelto, sarà presentato sulla vostra pagina profilo.

Ogni news potrà essere poi taggata singolarmente per renderla ancora più facilmente individuabile.

Il terzo step sarà quello di “re-scoop”, ovvero ricondividere le notizie da voi seguite, provenienti da altri canali. Questa opzione permetterà di condividere articoli di altri profili e, così facendo, sarà molto facile che questi terzi ricondividano i contenuti proposti dalla vostra azienda alle persone che seguono il loro canale. Così facendo risulteremo facilmente in vetrina e avremo sempre nuovi potenziali lettori a costo zero.

Quarto scoop-step sarà quello di condividere i vostri contenuti sulle classiche pagine personali e aziendali di facebook, Twitter, Linkedin, etc. Potrete rinominare le news come meglio credete, scegliere immagini e testo di corredo, inserire una breve notizia e infine proporre la notizia ad un canale di un altro utente di Scoop.it.

Per gli utenti Apple è attiva anche l’applicazione ufficiale per iPhone.

Quinto step: guardate quanto siete apprezzati! Scoop.it permette di tenere traccia di molte utili statistiche sulla vostra attività e sul riscontro ottenuto in termini di visite di pagina, numero di visitatori e di condivisioni dei contenuti da parte dei vostri lettori.

Lo svantaggio di questo strumento di statistiche è il pagamento, anche se c’è la possibilità di utilizzare gratis le funzioni premium per 15 giorni e valutarne con calma le potenzialità.

Ultimo, sesto, step è quello di portare traffico al vostro sito web: le notizie che inserirete avranno un link diretto alla fonte e potrete “intercettare” nuove visite da parte di utenti che magari vi hanno incontrato per la prima volta proprio all’interno di Scoop.it! Il vostro sito avrà così un sempre crescente traffico e il business comincerà presto a dare i primi risultati positivi.

Insomma, avete deciso qual è lo scoop del vostro Scoop.it oggi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>