Consigli per un inbound marketing proficuo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Per ridurre i costi e far crescere il ROI dell’azienda è essenziale investire sull’inbound marketing, ovvero attivare una strategia che ha come obbiettivo la costruzione di solide e durature relazione online con la clientela.

Per riuscire ad ottenere un inbound marketing efficace è necessario variare i propri contenuti online cercando di essere competitivi con quanto offerto dalla concorrenza. L’errore commesso più spesso è quello di puntare unicamente sui content del blog aziendale o sul reiterato utilizzo dei social network più famosi quali Facebook e Twitter.

Ecco invece alcuni consigli su come massimizzare la presenza online con contenuti stimolanti ancora poco utilizzati dai marketers.

1 Contenuti Visuali

Questo tipo di visualizzazioni sono in grado di spiegare in modo esauriente concetti astratti che sono difficili da descrivere con le parole. I contenuti visuali hanno la duplice funzione di chiarire una particolare idea e di riassumerla evitando di annoiare gli utenti con testi lunghissimi da leggere.

2 Contenuti Controversi

Tutti sanno che le polemiche attirano l’attenzione degli utenti che si sentono emotivamente coinvolti nel dibattiti che si svolgono in rete. Quando il contenuto controverso appassiona può rafforzare la leadership di pensiero dell’azienda e di conseguenza aumentare esponenzialmente la brand awareness. Prima di iniziare un dibattito però, è importante avere argomenti e motivazioni valide a sostegno della propria tesi.

3 Embedded Tweet

Grazie a Twitter è possibile effettuare l’embed ovvero l’inserimento del Tweet su un blog oppure su sito, semplicemente copiando e incollando la riga di codice che il social network mette a disposizione degli utenti.

Dunque, se un utente parla positivamente della vostra azienda su Twitter è possibile pubblicare il cinguettio nel sito internet aziendale. Questa operazione offre l’ottima possibilità di promuovere l’attività sia sulle pagine web del sito sia sui social network.
Per avere maggiori informazioni su come incorporare i tweet è utile leggere la guida di hubspot
4 Informazioni ed Eventi

Non è sufficiente postare sul sito aziendale la partecipazione a un evento o a una manifestazione, poiché l’informazione si perderà facilmente nell’infinità di pagine web che popolano il sito. È utile, invece, aggiungere una pagina in grado di stabilire chiaramente tutti gli eventi in cui sarà presente la vostra impresa. Per ogni evento elencato è necessario che ci sia un link che porti alla pagina web dell’evento in programma.

5 Video Musicali

Un’idea molto divertente è quella di realizzare un video musicale che sponsorizzi la vostra impresa. Il lavoro richiede tempo ma i risultati sono assicurati poiché i prodotti audiovisivi sono altamente virali e stimolano la condivisione. I video musicali sono i contenuti più condivisi sui social network e sui blog.

6 Dati Originali

Effettuare dei sondaggi, magari affidandosi a società di ricerche, e pubblicarne i risultati può aiutare a stabilire un engagement con i clienti che trovano nel sito aziendale dei contenuti originali e inediti. È importante offrire un valore aggiunto agli utenti e tentare di offrire continuamente informazioni nuove e interessanti.

7 Podcast

I podcast sono gli strumenti ideali per i professionisti che sono sempre in movimento e non hanno il tempo di leggere e per le persone che preferiscono imparare ascoltando. Negli ultimi anni si è riscontrato un aumento di questi contenuti che possono essere collegati al sito web o al blog della propria attività. I podcast possono presentare interessanti call to action capaci di offrire innumerevoli spunti di condivisione.

8 Presentazioni SlideShare

Se si dispone già di una presentazione è possibile trasformarla in un efficace videoclip grazie a SlideShare. Questo servizio, uno dei più utilizzati del web, permette di condividere le presentazioni con un pubblico più vasto, compreso chi non ha installato PowerPoint, e di tenere traccia dell’evento che li ha ispirati come una conferenza o una riunione. La soluzione migliore è creare un account su SlideShare, caricare la presentazione e condividerla sul sito dell’azienda e sui social network.

Liberamente ispirato a: http://blog.hubspot.com/blog/tabid/6307/bid/33284/14-Unique-Types-of-Content-Every-Marketer-Should-Try.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *