Come far crescere la mailing list senza giocare sporco

email-marketing
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

In termini di ROI (Ritorno degli Investimenti), l’Email Marketing resta la strategia più redditizia e per questo più utilizzata dagli esperti del settore. È fondamentale, perciò, essere consapevoli di tutti i modi per ottimizzare questa pratica: vi abbiamo spiegato quali sono le parole più adatte, vi abbiamo illustrato la sottile e allo stesso tempo colossale differenza con lo spam, ma non abbiamo ancora approfondito quali siano i contenuti su cui puntare affinché il destinatario sia portato a cliccare sull’auspicato pulsante “Leggi”.

Ecco dunque 3 consigli da tenere ben presente nell’atto di scrittura di una mail (o un post) destinata a clienti, attuali o potenziali.

  1. Dai molto più di ciò che chiedi
    La maggior parte di coloro intenzionati a vendere qualcosa in rete non fa altro che chiedere, chiedere, chiedere. Ciò è fastidioso e dunque allontana il cliente potenziale, tant’è che è nata un’espressione per definire questo comportamento: “banner blindless”, ovvero cecità dei banner, che identifica il sorvolare automaticamente quelle inserzioni che tentano con poca discrezione di far breccia sul portafoglio.

Prima di puntare al portafoglio infatti, è necessario conquistare l’attenzione del consumatore. Per farlo bisogna offrirgli qualcosa di utile, informazioni che egli possa ritenere di valore in modo da spezzare l’incantesimo dell’indifferenza. Il destinatario sarà sedotto dall’approfondire l’argomento che avete deciso di illustrare gratuitamente, e se lo riterrà meritevole deciderà volontariamente di iscriversi alla vostra newsletter, per riconoscenza nei confronti del vostro servizio e/o perché genuinamente interessati a saperne di più.

  1. Proporre aggiornamenti su contenuti già trattati
    Che si tratti della gestione di un blog oppure di una serie di email newsletter, lo scopo finale è uno: creare una conversazione che si estenda nel tempo, con il nostro pubblico. Tenere sempre a mente questa idea significa seguire una linea logica tra un post e il seguente, in modo da mantenere l’attenzione e la fidelizzazione del pubblico. Un ulteriore passo avanti nel generare più click è posizionare, al termine o all’interno del post stesso, un collegamento a un altro nostro post di argomento rilevante rispetto a ciò di cui si sta trattando (proprio come abbiamo fatto nell’introduzione di questo post).
  2. Date ai destinatari una ragione per inoltrare/condividere il post
    Il goal finale dei marketers è coinvolgere il più grande numero di persone possibile e la rete ci permette di farlo in maniera esponenziale grazie alla partecipazione attiva degli utenti. In ogni casella postale è presente un tasto “Inoltra” così come in ogni post vi è un “Condividi”, ma come convincere i nostri lettori a fare il grande passo? Per la risposta, rileggi il primo punto. Questa tattica, attenzione, è più adatta nel pubblicizzare un evento particolare (come il lancio di un nuovo prodotto): al termine della mail (o del post) si aggiungerà un paragrafo che invita a condividere il messaggio, e per chi lo farà sarà offerto un piccolo bonus, come un buono o un pass speciale.

email-marketing-solutions

Siamo nell’era della cura al dettaglio della customer experience: i clienti non sono più semplicemente consumatori, sono persone con caratteristiche e interessi che i marketers devono conoscere e saper soddisfare. Allora affidati a degli esperti nel pianificare la tua strategia di marketing. Contattaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *