Come evitare di uniformarti alla massa (2° parte)

content_marketing_vs_inbound_marketing_whats_the_difference
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Come anticipato nel post precedente, continua la lista di suggerimenti interessanti degli esperti americani di content marketing. Ecco allora gli ultimi 4 interventi degli speaker del “B2B Marketing Forum 2016”, tenutosi due settimane fa a Boston, USA:

Internazionalizzazione

In materia di internazionalizzazione, AJ Huisman (fondatore di Y Content) ricorda che per i marketer che vogliono interfacciarsi a livello globale è fondamentale possedere una conoscenza approfondita della cultura dei Paesi con cui decidono di lavorare. È indispensabile costruire una strategia in modo analitico per avere successo in campo internazionale, definendo a priori obiettivi e risultati previsti, il target di riferimento (grazie anche all’aiuto delle buyer personas http://marketing-ippogrifo.com/la-tua-azienda-parte-dal-cliente/), comunicando in modo coordinato e interattivo con ogni comparto aziendale locale ed estero e mettendo nero su bianco ogni passaggio.

Partnership

La parola chiave per Kristen Craft (Director of Business Development di Wistia) è partnership, infatti la giusta collaborazione può dare maggiori opportunità alla vostra azienda. L’importante è trovare un partner che condivida la vostra visione e i vostri obiettivi così da viaggiare su due binari paralleli.

images

Automazione

Paul Rotzer parla invece di applicazione dell’automazione ai contenuti per avere un considerevole risparmio di tempo. L’intelligenza artificiale, ormai largamente presente nella nostra società, ha cominciato sostituendosi all’uomo nei lavori domestici e pian piano sta trovando applicazione in diversi settori. Come può essere utilizzata in ambito marketing? Secondo Rotzer grazie ad essa i content marketer possono concentrare le loro energie nel lato creativo, senza dover preoccuparsi di tutti quei passaggi ripetitivi che possono diventare automatizzati. Questo procedimento consente quindi di ottimizzare i dati disponibili per rendere più efficiente la strategia e la personalizzazione dei contenuti e per fare previsioni dei risultati in modo veloce e costante.

Storytelling

In ultima Karen Guglielmo, Content Marketing Manager di Iron Mountain, concentra il suo intervento sull’uso dello storytelling. Raccontare una storia è infatti un metodo di comunicazione intuitivo ed efficace per un’azienda B2B, il difficile sta nel farlo in modo originale e duraturo nel tempo.

photodune-8964787-diverse-hands-holding-the-word-story-s

Abbiamo nominato il Content Marketing e lo Storytelling: a che punto è la vostra azienda?

Per scoprirlo basta dare un’occhiata al Content Marketing Continuum, un metodo per misurare il grado di ricercatezza dei contenuti pubblicati da un’azienda e mostrare come creare uno storytelling accattivante. I 5 diversi stadi del CMC sono:

Bystander – sono i brand che creano semplicemente contenuti sui loro prodotti.

Novice – sono coloro che producono contenuti cosiddetti campaign-driven, cioè finalizzati a iniziative a breve termine.

Expert – sono aziende che hanno un particolare reparto che si occupa di contenuti redatti a cadenza regolare.

Leader – sono i brand che hanno inserito nella loro strategia di marketing lo storytelling.

Visionary – sono le imprese in cui questo insieme di tecniche è alla base del marketing.

Per utilizzare lo storytelling nel modo più efficace bisogna spostare il focus da contenuti basati sui prodotti a contenuti basati sui prospect di riferimento, interessanti e in grado di donare autorevolezza al brand nel suo settore.

Quelli elencati dagli esperti sono strumenti di non facile applicazione, ma noi de L’Ippogrifo possiamo aiutarti a mettere in atto tutti i consigli per creare una strategia di marketing vincente!

Appassionato di scrittura e di tecnologia, ha sempre cercato il modo per coniugare queste due passioni. Scrive sul web e del web. Innamorato dei social network, è sempre in cerca di nuovi modi per fare marketing con gli strumenti online più innovativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *