Blog (non più*) senza il nofollow

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

*Aggiornamento del 19 maggio: Data la mole impressionante di spam (anche 300 messaggi al giorno!), con relativo intasamento del DB, siamo stati costretti a renderlo NOfollow: una scelta difficile ma ponderata. Dato che alcuni messaggi riuscivano a bypassare anche il filtro antispam ed eravamo costretti a rimuoverli manualmente, abbiamo preso la decisione di concentrare il nostro tempo sugli articoli che produciamo anziché nella pulizia della ‘sporcizia’…

Vi ringraziamo per la vostra comprensione, continuate a commentare per stimolarci a migliorare continuamente!


Questo blog è senza il famigerato rel=”nofollow” perché noi crediamo che il web debba essere un continuo scambio di informazioni tra utenti, dove gli spider dei motori non debbano trovare un muro quando trovano dei link nei post o nei commenti!

Il web senza link non esisterebbe, ricordiamolo!

E voi, cosa aspettate a far diventare il vostro blog nofollow free?

67 Responses to Blog (non più*) senza il nofollow

  1. Sarà un caso (o no?), ma da quando il mio blog è dofollow le visite sono aumentate. Non so se i due fattori siano legati. Inviterei tutti colore che hanno tolto il “rel=nofollow” a pubblicizzarlo sulla homepage del loro blog come ho fatto io: a mio giudizio è un valore aggiunto. Un saluto

  2. pasquale says:

    E’ una bella e lodevole iniziativa, utile soprattutto per chi ha siti nuovi e di difficile promozione. In un web sempre più orientato verso la pubblicità a pagamento, questo blog è una delle poche mosche bianche. Grazie per il vostro spazio e il vostro tempo.

  3. Finalmente di libera circolazione di link.
    Ottima iniziativa

  4. io ho dovuto bloccare tutto a causa di papà google, purtroppo si è penalizzati a non mettere il no follow

  5. Come ti capisco, tutta colpa dei soliti ignoranti che non sanno cosa fare a casa… buon nofollow allora

  6. Ottima iniziativa…lo facessimo piú persone…

  7. Peccato che avete dovuto rimettere in nofollow: mi rendo conto che il mondo ormai è intasato di spam :D

  8. ilario says:

    c’è un plugin per wordpress che elimina il nofollw al secondo commento che viene lasciato dallo stesso utente

  9. Albert says:

    Finalmente un sito senza il no follow ;-)

  10. ondiz says:

    Salve, io sono arrivato su questa pagina da qui

    http://www.quadrrato.it/blog/seo/nofollow-o-dofollow-scegliamolo-insieme

    e mi deludete così?!?!
    Ovviamente scherzo però volevo ricordarvi una cosa: “Il web senza link non esisterebbe, ricordiamolo!” ;)

    Assieme ad altri blog mi avete dato uno spunto per una riflessione sul dofollow.
    Grazie
    ondiz

  11. Sono d’accordo con voi della redazione, purtroppo questa è l’inciviltà di molti idividui che se ne fregano del lavoro e della disponibilità altrui per pensare ai soli profitti propri.

    Avete fatto bene a rimettere il nofollow, non mi sembra giusti che dobbiate perdere del tempo per tenere pulito il sito dai commenti di spam, meglio dedicare quel tempo ai contenuti del sito.

    Un saluto alla redazione!

  12. Alfredo says:

    E’ una scelta forse non condivisibile ma una scelta. Comunque siete in testa su Google cercando “blog non follow” Complimenti!

  13. Bandi says:

    Finalmente!! Siamo sul web e quindi è normale avere dei link.

  14. Piero says:

    Sicuramente un blog con i link nofollow riceverà un maggior numero di commenti rispetto ad uno che non passa PR, ma state ben certi che non basta attivare quell’attributo!! Bisogna innanzitutto essere famosi ed essere seguiti da un buon numero di utenti (condizione che esclude dal successo almeno due terzi dei blog in rete)… Io avevo un piccolo blog e, visto che nessuno postava mai dei commenti, ho deciso di rendere i link dei commenti nofollow… Cos’é cambiato?? NIENTE… Se uno non ha traffico non può sperare di ottenerlo in questo modo, quindi per avere commenti bisogna essere famosi (che non lo si diventa grazie al tag in questione)… Un pò contorto ma é il mio pensiero!

  15. Comprensibile, però l’iniziativa è stata lodevole in ogni caso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>