I Brand che attuano l’Astroturfing rischiano di perdere i Clienti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Il 26 agosto 2010, la US Federal Trade Commission ha denunciato una società di pubbliche relazioni, la Reverb Communications, accusata per aver incaricato i dipendenti a fingersi clienti al fine di pubblicare recensioni online sui videogiochi di Apple Itunes.

Questa pratica si chiama Astroturfing e implica la falsificazione delle recensioni e delle testimonianze online sui prodotti.

La R2integrated (R2I), ha condotto un sondaggio su 284 marketer tra il 26 luglio e il 4 agosto 2010.
Da questa ricerca è emerso come i consumatori non comprano i prodotti di un brand impegnato in tale pratica.
Quando le aziende attuano l’Astroturfing online, le recensioni espresse all’interno delle comunità sembrano provenire dai consumatori legittimi, ma sono invece pubblicate dal brand o dal rivenditore stesso.

Purtroppo la pratica dell’Astroturfing è molto comune: l’87% dei marketer intervistati dichiara che la loro aziende ha utilizzato questo metodo almeno una volta.

Astroturfing1

Molte imprese attribuiscono la colpa ai social media: l’85% ritiene che con la proliferazione delle piattaforme sociali è aumentata anche la pratica dell’Astroturfing online, l’8% sostiene addirittura che questa pratica è un male necessario.

Analizziamo anche altri risultati dell’indagine R2I:

  • Il marketing disapprova l’Astroturfing

Circa il 35% dei marketer ritiene l’Astroturfing online una pratica non etica, il 42% invece la reputa poco professionale.

Astroturfing2

  • La fiducia nelle recensioni online

Quasi la metà (49%) dei rivenditori ritiene che le recensioni online influenzino le decisioni d’acquisto nella maggior parte dei casi o addirittura tutte le volte che si ricerca un consiglio online, il 48% invece pensa che influiscano sulle decisioni solo alcune volte.

I giudizi meno attendibili sono quelli pubblicati sul sito web del brand, essi ricevono, su una scala da 1 a 5, soltanto 2.2 punti. Le recensioni più attendibili sono ritenute quelle provenienti dagli amici (4.35) e quelle pubblicate sui siti degli editori tradizionali, come Consumer Reports (4.25).

Astroturfing3

 

  • Se il brand fa Astroturfing?

Il 9% dei marketers dichiara che se scopre che un determinato marchio utilizza questa pratica smette di acquistare i suoi prodotti, il 63% invece sostiene che forse smetterebbe, ma ben il 28% ritiene che continuerebbe a comprare quel brand se desiderasse i suoi prodotti.

  • Si può riconoscere un’azienda impegnata nell’Astroturting?

Circa il 15% dei marketer dichiara “Sì, senza dubbio”, ritiene quindi di riuscire a smascherare un’impresa che ha orchestrato attività di Astroturting online. Il 22% invece afferma “Credo di sì, ma non si può comunque dimostrare”.

E a voi, è mai capitato di smascherare qualche azienda che attua l’Astroturfing? Come vi siete comportati a riguardo?

2 Responses to I Brand che attuano l’Astroturfing rischiano di perdere i Clienti

  1. ferramroberto scrive:

    Salve,
    sono roberto amministratore del blog

    http://linuxfreedomforlive.blogspot.com

    intanto complimenti per il blog
    sono appena diventato fans del tuo sito nella tua pagina facebook
    volevo chiederti se potevi contraccambiare
    la mia pagina la trovi

    http://www.facebook.com/pages/LinuX-Freedom-for-Live/290943601160

    ciao

  2. Ferry scrive:

    Bellissimo articolo ed argomento! Vorrei però dire una cosa: chi non ha mai fatto utilizzo di queste tecniche? Io lavoro in ambito turistico e uno spauracchio per gli operatori è ormai diventato TripAdvisor perchè è decisamente difficile capire quali sono commenti lasciati effettivamente dagli utenti o dai propri concorrenti … è impossibile regolamentare queste situazioni e ci si deve inventare necessariamente delle identità nascoste! Ottimo articolo comunque, complimenti!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *