Author Archives: Jefree

Twitter: arriva un finanziamento da 100 milioni di dollari

Anche se deve ancora iniziare ad accumulare significativi profitti, Twitter è in procinto di ottenere un finanziamento. Secondo il Wall Street Journal, la nota piattaforma di microblogging è in procinto di chiudere un accordo del valore di 100 milioni di dollari di capitale di rischio di nuovi investitori, tutto questo porta l’azienda ad un valore di 1 miliardo di $.
Raggiunto il miliardo Twitter ha quasi quadruplicato il proprio valore aziendale dall’inizio dell’anno.
Secondo il Wall Street Journal questa crescita così rapida del valore aziendale, è simile a quella di Facebook, gli investitori stanno applicando a Twitter un progresso di valore simile a quello del libro delle facce che tutt’ora è valutato 6,5 miliardi di dollari. Cìè da dire però che quest’ultimo ha 10 volte gli utenti di Twitter e ha ammesso pubblicamente di accumulare entrate soddisfacenti cosa che molti altri concorrenti non sono in grado di fare.
Adesso ci si domanda se sià esagerato stimare un valore così elevato a Twitter o se vi siano davanti al suo cammino dei presupposti di crescita tali, sia di opportunità che di entrate da giustificare tali numeri.

Anche se deve ancora iniziare ad accumulare significativi profitti, Twitter è in procinto di ottenere un finanziamento. Secondo il Wall Street Journal, la nota piattaforma di microblogging sta per chiudere un accordo del valore di 100 milioni di dollari di capitale di rischio di nuovi investitori, tutto questo porterebbe l’azienda ad un valore di 1 miliardo di $.

Raggiunto il miliardo Twitter ha quasi quadruplicato il proprio valore aziendale dall’inizio dell’anno. Secondo il Wall Street Journal questa crescita così rapida del valore aziendale, è sulla falsa riga di quella di Facebook, gli investitori stanno applicando a Twitter un progresso di valore simile a quello del “libro delle facce” che tutt’ora è valutato 6,5 miliardi di dollari.

C’è da dire però che quest’ultimo ha 10 volte gli utenti di Twitter e ha ammesso pubblicamente di accumulare entrate soddisfacenti oltre ogni più lieta previsione, cosa che molti altri concorrenti non sono in grado di fare. Perciò mi sembra lecito domandarsi se sià esagerato stimare un valore così elevato di Twitter o se vi siano davanti al suo cammino dei presupposti di crescita tali, sia di opportunità che di entrate, da giustificare simili numeri.

Guida sicura: test all’orinatoio

Oggi riproponiamo un post riguardante il marketing sociale, il problema in questione è la guida in stato di ebbrezza.

In Romania hanno ideato una particolare campagna sensibilizzatoria giocando sull’associazione orinatoio – strada. Detta così suona un po’ male, le immagini vi faranno capire meglio di cosa sto parlando.

Don't drink N drive Marketing Sociale

Il tutto per ricordare a noi uomini che siamo i principali colpevoli di tutti quegli incidenti causati dalla guida sotto effetto dell’alcol e in particolare per sottolineare come le nostre abilità alla guida possano essere ridotte dall’ubriachezza.

L’agenzia artefice di questa campagna è la Mercury 360 di Bucarest.

Il ristorante che non chiude mai

La maggior parte dei ristoranti a una certa ora chiude. Il negozio che vi presento oggi, non chiude mai. Almeno nell’apparenza.

McDonald's Marketing

L’agenzia TBWA in Thailandia ha studiato un modo semplice ed efficace per promuovere il nuovo servizio 24 ore su 24 offerto da McDonald’s, creando delle affissioni adesive applicate alle saracinesche del negozio che danno l’impressione che il locale sia in servizio anche nelle ore notturne.

McDonald's Marketing 2

McDonald's Marketing 3

Cosa ne pensate? Originale no?

Come Guadagnare 820 dollari al mese con Facebook

Oggi parliamo ancora di marketing nel web, in particolare di un contributo video offertoci da Filippo Toso, un esperto del settore. Filippo ci racconta in 10 minuti come guadagnare 820 dollari al mese su Facebook. La particolarità sta nel modo in cui Toso ha sviluppato il suo progetto, ovvero utilizzando le regole basilari del marketing.

Ha analizzato una problematica, ne ha dedotto un bisogno, ha sviluppato un prodotto per soddisfarlo, lo ha pubblicizzato e in seguito, in modo quasi automatico, è arrivata la vendita.

Il tutto dimostrando la straordinaria efficienza del web e della moltitudine di servizi che esso ci offre, comprese tutte quelle automatizzazioni informatiche che non fanno altro che renderci la vita più facile, sostenendo come i costi che ognuno di noi impegnato nell’e-commerce deve sostenere per beneficiare di queste procedure automatizzate non siano altro che degli investimenti garantiti, necessari ed estremamente utili in un ambiente come quello odierno.

Eccovi il video…e grazie Filippo per il tuo prezioso contributo!

Starbucks lancia 2 applicazioni per l’iPhone

Starbucks, azienda da sempre all’avanguardia nelle attività di marketing, ha deciso di inserirsi prepotentemente nel mondo del mobile. Imminente è il lancio negli Stati Uniti di due applicazioni per iPhone e iPod Touch.

Mediante questi nuovi applicativi si potrà beneficiare di diversi servizi; sarà possibile, fra le altre cose, individuare il negozio Starbucks più vicino, scegliere il proprio drink e scoprire tutti i caffè offerti dalla nota catena. Inoltre grazie all’utilizzo di una carta mobile Starbucks si potrà addirittura ordinare e acquistare i prodotti che si desiderano.

Con questa iniziativa Starbucks conferma ulteriormente la forte attenzione rivolta al cliente, in particolare riguardo ai feedback dei consumatori che da tempo possono interagire con lo staff mediante il social online My Starbucks Idea, una platform nel web che permette ad ogni utente di proporre le proprie idee, partecipando direttamente allo sviluppo futuro di Starbucks.

Sicuramente anche grazie a questa piattaforma la nota azienda americana riesce, ascoltando le idee dei propri clienti, a migliorare sempre di più la propria offerta.

National Health Service campagna anti-fumo

Proprio qualche giorno fa un commento di un nostro lettore, parlava di come nel mondo del marketing e della comunicazione sia necessario essere coraggiosi soprattutto quando si vuole far riflettere le persone. Si esaltava appunto l’uso di metodi forti come strumento fondamentale per farsi notare in mezzo al caos mediatico di oggi.

Sicuramente forte è la campagna che vi mostro nel post odierno, che tratta il problema della dipendenza dal fumo. Artefice è il National Health Service e il video che vi mostro racconta dell’incapacità di difesa di ogni fumatore, che ogni giorno, inerme, si lascia uccidere lentamente sigaretta dopo sigaretta.

In Facebook spendiamo il triplo del tempo trascorso in Google

Secondo una ricerca Nielsen è emerso che gli utenti hanno speso nel mese di Agosto mediamente 5 ore e 46 minuti su Facebook, il triplo del tempo mensile medio che ogni utente ha dedicato a Google.

Dopo il leader Facebook, segue Yahoo con un tempo speso di 3 ore e 14 minuti, grazie a zone di informazione come quelle inerenti le notizie sportive o finanziarie. Sorprendente è il risultato negativo di YouTube che occupa gli utenti per un tempo medio mensile di 1 ora e 17 minuti.

ricerca web marketing

A giustificare la mancata leadership di Google è proprio la filosofia dell’azienda, come annunciato qualche tempo fa: “siamo l’unica azienda al mondo che può dichiarare che l’obiettivo è quello di avere molte persone che lasciano l’homepage nel più breve tempo possibile”. Va sottolineato che questa filosofia è stata diffusa dalla casa di Mountain View, prima dell’avvento dei social network nel web, siti che oggi rappresentano una concorrenza inquietante anche nell’ambito della ricerca.

Per adesso la risposta di Google a questi nuovi network si limita ad un’estensione della ricerca a nuovi prodotti, Chrome in particolare, tanto nella dimensione browser che OS.
Ma rimane da vedere però come Google saprà migliorarsi nell’ambito social che senza dubbio è una delle note dolenti del colosso dei motori di ricerca, come dimostrano questi dati.

Il viral video ideale

Nel post di oggi ho pensato di occuparmi ancora di viral marketing. Il prodotto protagonista è l’acqua Evian e il video in questione è un virale di pregevole fattura, con un numero record di visualizzazioni su YouTube, a testimonianza di quanto sia apprezzato dagli utenti.

Questo video deve fungere da esempio, da pietra miliare dei video virali, sia per la qualità dal punto di vista tecnico e visivo sia per l’originalità del soggetto che dimostra quanto la creatività sia necessaria per fare marketing. Lo slogan in coda al video recita così: “Live Young”.

Non vi anticipo niente di più, vi lascio alla visione del video e aspetto i vostri pareri.