Author Archives: Emanuele Pecora

Caff emarketing

Saeco a Milano e Sua Maestà Illycaffè a Trieste sua città natale, hanno dato vita a due iniziative molto simili tra loro per quanto entrambe di eccellente riscontro mediatico.

Infatti “Caffè Boutique” a Milano e “Galleria Illy” a Trieste sono ambedue espressioni di marketing sensoriale in cui scienza, arte cultura del caffè e (ovviamente) degustazione della magica miscela nelle sue differenti espressioni si sono integrate in un ambient volto a dare la massima efficacia ad una esperienza polisensoriale.

Con un corposo palinsesto di ospiti ed eventi entrambe le rappresentazioni stanno riscuotendo notevole successo dagli addetti ai lavori ai semplici passionali di caffè.

Di seguito le immagini di Caffè Boutique

 

e Galleria Illy

 

Marketing tradizionale VS marketing non-convenzionale

In occasione dell’Inprinting 2008 il Club del Marketing e della Comunicazione ha organizzato un convegno Mar-Com in cui sono intervenuti diversi Marketing Manager italiani. Il tema sul quale è intervenuto anche Andrea Zucca CEO de L’Ippogrifo metteva a confronto il Marketing Tradizionale e il Marketing Non-Convenzionale.

La tesi esposta da L’Ippogrifo è quella che i due rami della stessa disciplina non vanno interpretati come contraddittori, ma come due tipologie di risorse da utilizzare in modo complementare in un unico piano di marketing mix come dimostrato dal caso “Le bambole di Joià”.

 

Cant stop Kenwood

Ecco una significativa campagna di marketing non-convenzionale realizzata per conto della Kenwood dall’agenzia G-Com in collaborazione con la Veryweb.

Nel mezzo di via Torino a Milano era posizionata un’auto del tutto bruciata ed ancora fumante con uno stereo Kenwood che trasmetteva musica a palla; per le strade adiacenti c’erano i passeggeri e delle ragazze vestite in abiti bruciati (e per questo molto succinti) che distribuivano degli stickers con su scritto il claim della campagna.

Gli stessi stickers erano presenti in tutto il centro di Milano.

La campagna che ad oggi include nel suo itinerario le città di Milano, Roma, Napoli e Palermo prende il nome di “Can’t stop me” e basa la sua efficacia nell’integrazione di iniziative di guerrilla marketing, stickering e viral marketing. Di seguito il video girato a Milano…

La fiera del sesso entra in crisi: ecco il rimedio

Si è appena conclusa la seconda edizione del MiSex 2008, la fiera dell’erotismo e del pornografico che ogni anno attira migliaia di visitatori al centro congressi MilanoFiori di Assago.

La principale novità della “fiera del sesso” riguardava l’iniziativa volta a combattere il calo di visitatori degli ultimi anni: era previsto infatti l’ingresso gratuito per tutte le donne disposte a spogliarsi e a visitare la fiera completamente nude.

Tra spettacoli soft e scenette hard, per gli aspiranti porno-attori c’è stata anche la possibilità di svolgere dei provini per i registi hard presenti all’evento.

Riuscirà l’eros a vincere la crisi degli ultimi anni?

 

Google diventa anche Browser

Che Google avrebbe realizzato anche un Browser con il proprio marchio di fabbrica ce lo si poteva aspettare; la vera novità infatti è rappresentata dal fumetto che ne presenta il progetto: niente papiri lunghi ed illeggibili ma 38 pagine di fumetto che mettono a fuoco le funzionalità ed i vantaggi del nuovo Browser realizzato con tecnologia open source. Maggiore velocità e una funzionale interfacci abilità con tutte le altre applicazioni Google sono i plus della nuova creatura.

Stop al telemarketing selvaggio

E’ la headline dell’articolo pubblicato su panorama.it. Le organizzazioni dei consumatori hanno lamentato in questi giorni l’intensificarsi della invadente e pressoché latente azione aggressiva di telemarketing effettuata da alcune grosse aziende quali Wind, Sky, Fastweb ecc.

Non si è fatta attendere la risposta del Garante per la privacy che ha vietato il trattamento dei dati personali ad alcuni broker, poiché fornivano liste di utenti senza l’esplicito consenso all’utilizzo dei propri dati da parte degli stessi.

È importante che si trovi il giusto equilibrio tra i diritti del cittadino e gli interessi delle aziende di raggiungere i propri consumatori” è quanto ha detto l’avvocato Marco Maglio esperto di privacy e riportato nell’articolo pubblicato su panorama.it.

Per l’articolo integrale:

http://blog.panorama.it/economia/2008/09/02/stop-al-telemarketing-selvaggio/

Il Cloaking: la pagina web on demand

Il Cloaking è la strategia attraverso la quale una pagina web permette di far visualizzare diversi contenuti a seconda dell’utente che la visita. È una tecnica molto vantaggiosa se utilizzata in modo eticamente positivo, poiché permette ad esempio di far visualizzare i testi di una stessa pagina web, tradotta nella lingua dell’utente. Tale risultato è possibile poiché il sistema di cloaking è in grado di riconoscere l’indirizzo IP del visitatore e capirne la nazionalità e la lingua. A questo punto il sistema è in grado di mostrare la pagina web già tradotta.

 L’uso scorretto del cloaking invece è volto a migliorare in modo ingannevole i risultati di posizionamento delle pagine web all’interno delle SERP. Il sistema infatti è in grado di determinare se la richiesta della pagina web è effettuata da un semplice utente o dallo spider di un motore di ricerca: in quest’ultimo caso verrà mostrata una pagina ricca di keyword.

Attualmente i più importanti motori di ricerca stanno adottando delle misure restrittive nei confronti di chi fa uso scorretto del cloaking, proprio per garantire sempre la qualità delle pagine web consultabili e tutelare chi adotta lecite strategie di SEO.

 

 

Bossi ultima vittima di Ryanair

Ryanair continua la sua campagna pubblicitaria del tutto singolare. Dopo aver importunato Valentino Rossi, Sarkozy e la Premiere Dame Carla Bruni, mette a segno un nuovo colpo mediatico: si tratta del Senatùr Umberto Bossi, immortalato mentre rivolge il dito media allinno di Mameli diventa inconsapevolmente il testimonial prescelto dell’ultima pubblicazione.

Di seguito ladvertising realizzato e pubblicizzato dalla compagnia low-cost irlandese.