LinkedIn: arriva il pulsante di condivisione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

È di recente uscita la notizia: LinkedIn, il social network nato per promuovere l’interazione tra imprese e privati, con il business come punto centrale, ha annunciato il lancio del pulsante share.

L’operazione nasce con l’idea di dare ai publisher l’opportunità di far circolare il proprio messaggio in maniera più diretta e semplice, consentendo ai privati di condividere informazioni grazie al loro network.

Sono disponibili tre tipi di pulsante: verticale con counter, orizzontale con counter o orizzontale senza counter (per chi ne fosse all’oscuro, il counter è l’indicatore che indica il numero di condivisioni ricevute, esattamente come su Twitter e Facebook).

E quindi direte voi? Certo, LinkedIn si è evoluto, raggiungendo Facebook in quanto a strumenti “social”, ma a quale scopo?

Beh, vista questa ultima mossa, che segue il lancio di nuove opzioni di condivisione, attuato in aprile (possibilità di ri-condividere i link e possibilità di eliminare e/o modificare i post, giusto per citarne due) la tendenza di LinkedIn sembra proprio quella di volersi avvicinare all’utenza generale, allargando il proprio campo d’azione dai settori strettamente relativi agli affari verso un target d’utenza più ampio.

Tracciando un parallelo sommario, il divario tra Facebook e LinkedIn, in termini di opzioni di condivisione di contenuti per utenti si sta restringendo sempre più.

Ovviamente la competizione resta serrata: oltre al già citato Facebook, anche Twitter e StumbleUpon (per citarne due) non si tirano certo indietro. Resta da vedere quindi se gli utenti LinkedIn si dimostreranno pronti e desiderosi di condividere massicciamente informazioni e contenuti, in modo da rendere l’aggiunta del pulsante di condivisione di LinkedIn un affare interessante.

E voi cosa ne pensate? Questa manovra avrà una sua utilità?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *