Gli annunci sponsorizzati attraggono i Social Media Searchers

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

In uno studio fatto da Oneupweb, sull’eye tracking durante la navigazione nei Social Media, abbiamo la dimostrazione che i search box sono gli elementi fondamentali di queste community. Lo studio è stato fatto sui tre network più popolari, YouTube, Twitter e Facebook.

Questa analisi è particolarmente rilevante se si considera che le query di ricerca su Facebook sono cresciute del 5% solo nel mese di Maggio 2009.

Proprio in questo contesto i search marketers dovranno prendere atto che nonostante vi sia l’idea prevalente che i social media ads sono inutili, l’indagine di Oneupweb dimostra che dalla totalità dei partecipanti allo studio è emerso che il 65% si imbatte con lo sguardo sugli annunci sponsorizzati entro i primi 10 secondi della propria ricerca.

I partecipanti dello studio sono stati invitati a navigare nei social network come di consuetudine e guardate nell’immagine sotto i risultati, potrete notare dove si focalizza l’attenzione dello sguardo dei fruitori. Le zone rosse sono quelle dove l’attenzione è maggiore. e si concentrano dove ci sono i search box. Questa situazione si ripete in tutti e tre i siti.

facebook-search-box-web-marketing

twitter-search-box-web-marketing

youtube-search-box-web-marketing

I partecipanti poi sono stati invitati a svolgere alcuni compiti di ricerca. Twitter non è stato incluso in questo step dello studio, poiché lo scopo era quello di confrontare gli annunci sponsorizzati, con quelli organici, e Twitter non è dotato degli annunci sponsorizzati.
Ecco cosa è successo quando i partecipanti sono arrivati ai risultati di ricerca della parola Pepsi in Facebook. Si noti come il primo risultato organico e l’annuncio sponsorizzato abbiamo l’attenzione maggiore, mentre il resto dei risultati si collochino sulla sinistra della pagina sopra e sotto il primo risultato.

facebook-pepsi-social-media-marketing

Ora invece vediamo come è andata la ricerca Pepsi su Youtube. Si nota che l’attenzione maggiore è fra i primi 6 risultati organici e il primo annuncio sponsorizzato, con il secondo annuncio che viene adocchiato furtivamente.

youtube-pepsi-social-media-marketing

Oneupweb quindi analizzando i dati del monitoraggio visivo, ha rilevato delle aree di interesse (AOI). Si può notare come l’annuncio sponsorizzato ottiene il primo AOI sia su Facebook che su Youtube.

facebook-pepsi-aoi-search-marketing

youtube-pepsi-aoi-search-marketing

Quindi da questo studio si può concludere dicendo che l’attenzione selettiva dei fruitori dei social network prediliga in primis le zone dove sono situate le search box. Nel momento in cui si effettua la ricerca, gli annunci sponsorizzati vengono visonati per primi, insieme alle primissime posizioni della ricerca organica.
Senza dubbio questo studio da un ulteriore sostegno a tutte le iniziative di Search Engine Marketing, in particolare evidenzia come questa attività debba sempre più estendersi anche ai Social Network.

Una cosa è sicura, da questo studio la reputazione degli annunci sponsorizzati ne esce sicuramente rinvigorita.

Sempre più convergenza tra Social Media Marketing e Search Marketing?

Voi cosa ne dite? Attendo i vostri pareri a riguardo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *