Advertising sui giornali, ancora brutte notizie

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Quando il declino sembra inarrestabile, un piccolo barlume di speranza, come ad esempio un piccolo rallentamento, è sempre ben accetto. La Newspaper Association of America annuncia infatti una flessione del 5,39% per quel che riguarda gli introiti da advertising. Questa è la flessione minima registrata dal 2007, ma ci sono ragioni per gioire? Non proprio.

Quando si guarda alle statistiche che mostrano gli introiti da ad dei giornali negli anni, che si parli di carta stampata o di materiale online, il quadro generale è comunque funereo. Il guadagno totale dell’ultimo anno si attesta a quota 27 milioni e mezzo di dollari. Una quota mai così bassa dal 1987.

Con l’avvento di internet, ci si aspetta di vedere l’advertising su carta stampata lasciare volentieri il passo all’advertising online. Ma anche qui, a dispetto delle aspettative, le entrate sono ristagnanti.
Il settore dell’online ha subito una crescita l’anno scorso, ma non marcata quanto in precedenza.

Ci pensa il presidente della Newspaper Association of America John F. Sturm a dare quel tocco di ottimismo che altrove è molto raro:

Queste ultime statistiche indicano una continua ed incoraggiante spinta al riassestamento e alla crescita dei guadagni per i giornali. I guadagni da carta stampata continuano a rallentare, in corrispondenza ad un riassestamento dell’economia, mentre il consolidamento del settore online ha consentito ai guadagni del web advertising di crescere costantemente.”

“Le case giornalistiche continuano a trarre profitto dalle loro proprietà online, ottenendo più dell’11% delle loro entrate grazie ai siti web, visitati nel corso dell’anno da circa i due terzi dell’utenza internet, più di 105,2 milioni di persone.

Per quanto la situazione possa sembrare disperata, sono in molti (me compreso) a sperare che i giornali non seguano le sorti delle cassette audio o dei floppy, almeno in un prossimo futuro.
Perché esiste ancora chi punta sugli ad su carta stampata, anche se in maniera minore di qualche tempo fa.

E voi che ne pensate? È solamente l’online che potrà cambiare la situazione? Usate l’advertising su carta stampata all’interno della vostra strategia di marketing?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *