99 giorni di digiuno da Facebook

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

All’inizio del mese abbiamo parlato di un esperimento condotto dal Data Science Team di Facebook e pubblicato poi su PNAS a proposito della capacità del Social Network di influenzare le nostre emozioni. Il team ha manipolato, all’insaputa degli utenti, gli algoritmi che elaborano e stabiliscono ciò che compare sulla nostra bacheca, facendo sì che alle “cavie” comparissero più contenuti negativi o positivi al fine di studiare i comportamenti di risposta.

Nonostante i risultati siano piuttosto interessanti, l’aspetto dell’esperimento che più ha fatto riflettere le persone è la capacità di Facebook di controllarci e di manipolarci anche a nostra insaputa. Il team di Facebook si è scusato pubblicamente, ma si è difeso dicendo che, in base alle autorizzazioni comprese nella Data use policy, ricerche del genere sono autorizzate dagli utenti al momento dell’iscrizione.

In questi giorni si sta diffondendo in tutto il mondo un altro tipo di esperimento, condotto questa volta dall’altro schieramento. Lo studio creativo olandese Just, infatti, ha deciso di lanciare una campagna di risposta: “99 Days of Freedom”, ovvero 99 giorni senza Facebook.

Chi sceglie di aderire all’esperimento ovviamente non deve accedere al social per 99 giorni, ma non solo. Secondo il team, prima di lasciarlo, è doveroso dedicargli un particolare addio. È consigliato, infatti, di scrivere un post di saluto, magari con qualche canzone o foto, e di scaricare l’immagine icona dell’esperimento e impostarla come immagine del profilo, al fine di informare tutti, compreso il grande occhio di Facebook.

Durante questo periodo di digiuno da social network, agli aderenti all’esperimento vengono sottoposti anche degli “happyness survey”, appositi questionari allo scopo di monitorare come le persone reagiscono e come impiegano i 1683 minuti (28 ore) di libertà guadagnati in media grazie alla disconnessione.

Rimuovete l’app, disconnettevi e godetevi la vita!” incoraggia il sito 99daysoffreedom.com. Secondo voi terminato il countdown le persone torneranno tra le braccia di Facebook o grazie a questa disintossicazione forzata sarà possibile davvero apprezzare la vita senza social?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *