Local search marketing: qualche punto fondamentale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Si fa un gran parlare di questi tempi di local search marketing, e come spesso accade, non c’è niente di meglio del parere di un esperto per avere qualche dritta in merito.

Vi proponiamo quindi 6 punti fondamentali per un buon local search marketing
secondo Mike Blumenthal, direttamente dalle pagine di Marketing Pilgrim.

Mike, c’è veramente molto di cui parlare a riguardo, pensando anche ai rapidi cambiamenti che Google ha attuato da ottobre a questa parte. Cosa raccomanderesti a chiunque voglia migliorare nel campo della local search?

Mike Blumenthal: “Questa è veramente una domanda difficile, visto il numero di variabili che bisogna considerare, ma secondo me ci sono punti che definirei fondamentali per ogni buona attività di local search marketing:

1. Scegliete un nome per la vostra compagnia e tenetevelo stretto. Sono stupito da quanto spesso le piccole compagnie scelgano di cambiare nome, e in questo mondo basato soprattutto sui dati questo può risultare fatale in termini di SERP. Ho lavorato con aziende che hanno cambiato nome tre o quattro volte, e le ho sempre costrette a scegliere qualcosa di definitivo e descrittivo. Non sempre è facile passare dalla realtà locale al web. Ma bisogna essere sicuri di avere un nome come si deve, che in qualche modo racconti la propria storia, e che sia accattivante.

2. Create un sito web, e siate sicuri che sia ben ottimizzato, soprattutto in ottica dei vostri sforzi in tema local search.

3. Controllate la vostra pagina Google Place. Questa frase l’avrete senza dubbio sentita più e più volte, e in effetti Google richiede questo per poter avere accesso ad altri servizi come i Boost e i Tag. Oh, e fate assolutamente in modo di usare il vero nome della vostra compagnia!

4. Contattate i maggiori fornitori di informazioni, sia online che offline. Fate in modo di diffondere il nome della vostra compagnia in ogni più remoto angolo dell’ecosistema internautico. Concentratevi sui siti che sapete essere i maggiori fornitori d’informazioni […]. I servizi per fare tutto questo esistono. Siate sicuri che i vostri dati primari siano corretti.

5. Scrivete una completa descrizione della vostra attività, di circa 200 caratteri. E stendetene anche una di 400 caratteri. Benché questo possa sembrare semplice a occhio, molte compagnie passano davvero un brutto momento cercando di scrivere queste cose, e molto spesso necessitano di aiuto per usare nel modo giusto le keyword e per stendere qualcosa di descrittivo e completo. Google sta diventando molto selettivo riguardo all’idoneità di una o l’altra azienda, quindi fate in modo di leggere e memorizzare le linee guida che vengono date.

6. Siate attenti in materia di categorizzazione. Questa è una parte fondamentale del vostro progetto local search, e in particolar modo su Google. Potete avere fino a 5 categorie, di cui una fissata e 4 a scelta. [..]”

E voi, avete qualche altro punto da aggiungere?

One Response to Local search marketing: qualche punto fondamentale

  1. […] This post was mentioned on Twitter by Lorenzo Ceotto. Lorenzo Ceotto said: Local search marketing: qualche punto fondamentale http://bit.ly/eBLEn4 #marketing #in […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *