Digg e MySpace esclusi dalla top 50 di time.com

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Ogni anno, time.com, il sito web del noto magazine, stila una lista dei 50 migliori siti web, quest’anno a mio parere ci sono diverse sorprese.

I criteri di scelta dei migliori siti, sono diversi, principalmente però si tende a premiare quei siti web che aiutano gli utenti a migliorare la loro esperienza nella rete.

Un esempio può essere Yelp.com. Questo sito ha la particolarità di fornire assistenza nella ricerca dei migliori ristoranti, pub e di altri servizi locali della propria zona.

Un altro sito che ha soddisfatto i criteri di selezione è Fora.tv. Website che raccoglie una vasta gamma di video in una varietà di soggetti spesso in filodiffusione dalle migliori conferenza provenienti da tutto il mondo. Questi è un gran sito da visitare per coloro che sono stanchi dei soliti video molto easy di Youtube, e che vorrebbero maggiori stimoli intellettuali.

All’interno di questa lista troverete un vasto assortimento di siti web, vi sono quelli che aiutano a migliorare la navigazione nella rete, quelli inerenti al divertimento, negozi online, o quelli semplicemente per ammazzare il tempo sul web.

La sorpresa più eclatante è che siti come Digg e MySpace sono stati lasciati fuori dalla lista di quest’anno. A maggior ragione considerando che il primo è il sito leader nell’ambito del social news, famoso per la sua direzione di tonnellate di traffico ai vari contenuti promossi in prima pagine nei siti web, e il secondo che lo conosciamo tutti benissimo, è dopo Facebook il più grande sito di social networking sul web, che proprio l’anno scorso si è visto sottrarre la leadership dal libro delle facce. Probabilmente le cattive arie che tirano negl’ultimi tempi, non gli hanno permesso di entrare in questa lista.

Anche Digg l’anno scorso ha avuto alti e bassi, ma comunque è molto strana la sua esclusione, vista anche la crescita che sta accumulando in questi recentissimi tempi.

Voi avreste qualcosa da ridire con questa lista, e con queste esclusioni? C’è qualche altra esclusione di lusso? Qualche sito che a vostro parere doveva essere nella top 50?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *