4 consigli per non fare il solito marketing B2B

img_1003-1920x622
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Una settimana fa si è tenuto a Boston il B2B Marketing Forum, un evento di quattro giorni a cui hanno partecipato i maggiori esperti di marketing B2B per aggiornarsi sulle ultime novità in ambito di content strategy.

Ecco allora qualche dritta dai primi 4 degli 8 speaker che sono intervenuti e che potrebbe essere utile per il tuo business B2B:

Sii creativo!

Il consiglio di Ann Hadley, Direttore del settore content di Marketing Profs, è di utilizzare la tua creatività: per una strategia di marketing efficace la tecnologia è sicuramente una parte fondamentale, ma l’unione fra i dati raccolti e il l’intuito sarà la chiave per il successo del tuo business.

Sfrutta i trend

Andrew Davis (fondatore dell’agenzia Monumental Shift) suggerisce di cercare di ideare informazioni effimere ma durature. Per contenuti adatti ad ogni momento, che abbiano quindi un alto grado di condivisione sui social, utilizza Google Trends che mostra in tempo reale le tendenze giornaliere e gli argomenti più in voga.

shutterstock_254765905

Pensa al cliente, sempre!

Jon Miller (CEO di Engagio) si focalizza su un approccio account-based, cioè incentra la sua strategia sul cliente: bisogna identificare il target di riferimento dell’azienda e creare campagne di content marketing ad hoc per i prospect. È fondamentale creare contenuti utili e personalizzati come post, case history aziendali,video che stimolino la curiosità dell’audience od offrano la soluzione a un loro problema, per arrivare alla brand awareness e alla differenziazione dai competitor.

È il momento di Snapchat!

Carlos Gil (Capo del reparto di social media marketing di BMC software) dimostra invece perché dovresti inserire Snapchat nella tua strategia di marketing. Vanta 200 milioni di utenti e 10 miliardi di video ed è utilizzato dal 41% dei soggetti fra i 18 e i 34 anni, ogni giorno. Come le aziende B2B possono sfruttare questo social media? Utilizzando geofiltri negli eventi organizzati, mostrando le testimonianze dei dipendenti o costruendo un employer branding per i prossimi potenziali collaboratori.

Queste sono solo metà delle regole d’oro condivise dagli esperti, se volete scoprire cos’altro hanno proposto dovrete aspettare il prossimo post, ma nel frattempo che ne dite di chiedere qualche dritta a chi il marketing lo vive ogni giorno?

Francesca Zia
Ha studiato Economia e Gestione Aziendale presso l’Università degli Studi di Trieste. Appassionata di marketing e di economia, segue con attenzione le ultime tendenze in fatto di comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *